060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Trasporti » Muoversi in città » In bicicletta » Bike sharing JUMP

Contatti

Orario

Dal 21 ottobre 2019

Informazioni

Fino al 31 novembre 2019 è attiva la promozione che prevede di poter utilizzare gratuitamente i primi 20 minuti del servizio sfruttando il codice “JUMPROMA”.

€ 0,20 al minuto
€ 0,50 sblocco
€ 12,00 per 1 ora 

Descrizione

JUMP
Bike sharing di Uber

Sbarcano a Roma, prima città in Italia, le biciclette rosse di Jump, il bike sharing di Uber. Il servizio è attivo dal 21 ottobre: si parte con 700 bici elettriche a pedalata assistita, che nel giro di qualche settimana dovrebbero arrivare a 2.800.

Già presente negli Stati Uniti e in otto città europee, Jump mette a disposizione biciclette con Gps e tecnologia lock to integrata (vale a dire i lucchetti che permettono parcheggiare le due ruote ovunque – a patto che non siano d’intralcio – senza doverle riportare a rastrelliere definite). La pedalata assistita permette poi di aumentare la velocità con una spinta fino a 25 chilometri all’ora. Un aiutino importante, in una città piena di sali e scendi come Roma.

Il noleggio delle bici si fa tramite la app di Uber (disponibile su App Store e Google Play): ogni minuto costa 0,20 euro, mentre lo sblocco si paga 50 centesimi. un’ora costa 12 euro.

Il servizio copre una superficie pari di 57 chilometri quadrati: oltre al centro storico di Roma, sono comprese zone come Eur, quartiere Coppedè, Monteverde Nuovo e Fleming. Parcheggiare le bici fuori dall’area costa 25 euro: la app segnala se si è fuori dai confini del bike sharing di Uber e avvisa del costo aggiuntivo.

Jump arriva a Roma dopo il fallimento di altri servizi di bike sharing a flusso libero (come OBike e Gobee), dovuto ai continui vandalismi.

Le biciclette si riconoscono facilmente dal loro colore rosso accesso, hanno telaio in alluminio, freni a disco Tektro, batteria estraibile, lucchetto con cavo integrato, display e un comodo pannello di controllo sul manubrio oltre che un supporto per utilizzare il proprio smartphone come navigatore. Sono inoltre dotate di ruote antiforatura con camera d’aria da 26” x 2” e dunque sono perfette per affrontare i sampietrini (e le strade dissestate) di Roma.

Ad effettuare la manutenzione delle bici, a ricaricarle e all’assistenza ai clienti, ci penseranno 70 persone addette.

Al momento potrà prendere le bici, per spostarsi facilmente in città e con il minimo impatto sull’ambiente, solo chi abita nella Capitale ma presto il servizio potrebbe diventare disponibile anche per i turisti.

Come si utilizza il servizio Jump

Come si prende in prestito la bici? E’ necessario scaricare l’apposita app, accedervi tramite il cellulare e visualizzare la mappa che indica dove sono posteggiate le bici, trovare la più vicina, prenotarla e raggiungerla. Una volta di fronte al mezzo, questo si sblocca inquadrando il QR-code con il proprio smartphone.

Nel momento in cui si deve restituire, si parcheggia (non necessariamente in un’area di parcheggio specifica ma comunque entro i limiti di copertura del servizio), si chiude manualmente il lucchetto e si conferma, sempre tramite app, la fine della corsa. Il pagamento viene effettuato con la carta di credito precedentemente registrata sul sito Uber.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 14/11/19 12:12