060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Area del Teatro di Marcello

Area del Teatro di Marcello

Tipologia: Ville e aree archeologiche

Indirizzi

Indirizzo: Via del Portico d'Ottavia, 29
Zona: Rione Sant'Angelo (Portico Ottavia-Teatro Marcello) (Roma centro)
Ingresso disabili: Via del Teatro di Marcello
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Percorribile solo la prima parte di via del Foro Piscario

Orario

Aperto tutti i giorni
Quando è in vigore l'ora legale dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (primavera-estate) - ingresso gratuito
Quando è in vigore l'ora solare dalle ore 09.00 alle ore 18.00 (autunno-inverno) - ingresso gratuito
1 maggio chiuso

Chiusa temporaneamente per lavori di manutenzione da lunedì 1 aprile 2019

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito

Eventi in programma

Descrizione

Il Teatro di Marcello
L'area acquisisce la sua sistemazione urbanistica in età augustea, in rapporto alla costruzione del teatro di Marcello, che viene progettato delle dimensioni maggiori possibili: i templi vengono ricostruiti qualcuno in posizione mutata, mentre il Portico d'Ottavia, pur rimanendo nel posto originario e globalmente con stessa pianta, viene rifatto con una veste più ricca e raffinata. Il teatro, iniziato da Giulio Cesare, fu costruito da Augusto e dedicato intorno al 12 a.C. alla memoria del nipote Marcello. Nel medioevo fu trasformato in fortezza e nel Cinquecento in palazzo patrizio ad opera di Baldassarre Peruzzi. Negli anni 1926-1932 fu isolato, demolendo tutte le strutture che gli si erano affastellate intorno e che avevano occupato alcuni ambienti. L'edificio era di notevoli dimensioni (circa 130 m di diametro) con la facciata semicircolare in travertino a doppio porticato dorico e ionico ed un terzo piano probabilmente chiuso con semicolonne corinzie; la scena, non conservata ma nota dalla Pianta Marmorea (III secolo), aveva fronte rettilinea tra due aule absidate ed era protetta alle spalle verso il fiume da una grande esedra.

Tempio di Bellona
Il tempio di Bellona, costruito nel 296 a.C., era un parallelepipedo con 6 colonne sulla fronte e 11 colonne sui lati lunghi, eretto su un alto podio con gradinata frontale. Attualmente del tempio resta il nucleo cementizio del podio di età augustea.

Tempio di Apollo
Il tempio di Apollo, eretto nel 431 a.C., fu più volte restaurato e rifatto, da ultimo, in età augustea ad opera di Gaio Sosio con una struttura simile a quello di Bellona, con due scale laterali. Di esso restano tre colonne corinzie in marmo bianco ricostruite nel 1940.

Parole chiave

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 29/03/19 13:07