060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Paul Bril e la nascita della pittura di paesaggio a Roma
Data: 14/03/20

Orario

Sabato 14 marzo 2020 alle ore 12.30 e alle ore 16:30
massimo di 20 partecipanti ciascuna

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via delle Quattro Fontane, 13
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

L’iniziativa è gratuita, a fronte dell’acquisto del biglietto di ingresso delle Gallerie.
La prenotazione si effettua il giorno stesso presso la biglietteria, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Contatti

Descrizione

In occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio le Gallerie Nazionali di Arte Antica organizzano, nella sede di Palazzo Barberini, un ciclo di visite guidate dal titolo “Paul Bril e la nascita della pittura di paesaggio a Roma”.

Con l’occasione sono illustrate al pubblico alcune delle nuove sale del museo, da poco riallestite secondo un nuovo percorso espositivo che riguarda le opere di tardo Cinquecento e del primo Seicento. Tra queste figurano tre vasti quadri realizzati dall’artista di origine fiamminga Paul Bril (1554-1626), dedicati alle vedute dei feudi di proprietà della famiglia Mattei. Nel marzo del 1601, infatti, il marchese Asdrubale Mattei commissionò a Bril diverse grandi sovrapporte per ornare la “sala grande” di rappresentanza del suo palazzo romano. Si tratta di uno speciale insieme di paesaggi topografici (oggi ne sopravvivono soltanto quattro) che ritraggono a volo d’uccello – e al tempo stesso da un punto di vista fortemente ribassato – i diversi borghi posti sotto il controllo della casata romana: Rocca Sinibalda, Giove, Castel Belmonte, Antuni, Castel San Pietro e Poggio Mirteto. Il pittore dipinse la serie a Roma, dopo essersi recato «lui in persona a veder le vedute, e [a] pegliarne il disegno», al fine di riprodurre panorami «bellissimi» e il più possibile verosimili dei diversi feudi, disseminati tra l’Umbria e il Lazio.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 26/02/20 15:25