060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » La resistenza taciuta: le partigiane di Roma - Spazio Libero
Data: 14/07/18

Orario

Domenica 15 Luglio 2018 ore 17.00

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Barberini
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Appuntamento davanti al cinema

Informazioni

A persona: € 8,00

Visita € 8,00
La prenotazione è obbligatoria per tutte le visite, può essere effettuata telefonicamente o per email, il pagamento avviene al momento della visita, salvo dove diversamente indicato.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: 0039 06 70454544
Fax: .

Descrizione

"Al comandante dissi di trattarmi come uno dei suoi uomini: gli stessi diritti, gli stessi doveri. E così fece". (Laura Wronowski Fabbri).
Seicentotrentacinque giorni durò la Resistenza romana: dall'otto settembre del 1943, in cui la voce di Badoglio annunciava alla nazione quell'Armistizio che ribaltava i rapporti di nemici e alleati, fino al 4 giugno del 1944 quando la capitale venne liberata dalle truppe americane della Quinta Armata guidate dal generale Clarke. Seicentotrentacinque giorni in cui alcune donne decisero di partecipare attivamente agli eventi bellici, di schierarsi, di combattere, di credere in ideali che la storia ha sempre consegnato agli uomini; figure femminili di grande forza, diversissime tra loro, che hanno dato il loro contributo taciuto in seguito dalla storia ufficiale, sempre sospese tra la quotidianità della famiglia e l'eccezionalità della guerra. Attraverso un percorso che parte da piazza Barberini fino a piazza del Quirinale, ripercorreremo fatti e storie della Resistenza al femminile: racconteremo le biografie delle partigiane Carla Capponi e Marisa Musu che parteciparono all'eccidio di via Rasella; delineeremo le figure di Laura Galloni, Irma Bandiera, Titina Maselli, o di donne aristocratiche come Virginia Bourbon Agnelli che, insospettatamente, diedero il loro contributo. E ancora, Teresa Gullace la cui figura fu resa celebre da Roberto Rossellini in "Roma citta aperta" e interpretata da Anna Magnani in una sequenza cinematografica divenuta iconica. Fino al ricordo di Gloria Chilanti che appena tredicenne scrisse un diario sulla Resistenza romana narrando luoghi, fatti e persone della sua vita di adolescente testimone di un'epoca, come la piu' celebre coetanea Anna Frank. Un percorso tutto al femminile per conoscere una parte della storia di Roma sconosciuta.
Visita guidata e passeggiata a cura di Laura Angelelli

Parole chiave

A cura di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Strutture culturali
Data di ultima verifica: 01/06/18 11:39