060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Incontro sul tema "Esperienze didattiche a confronto. Il corso in arte per la terapia dell’Accademia di Belle Arti di Roma: specificità della formazione artistica e definizione di un nuovo modello di intervento"
Data: 12/03/19

Orario

12 marzo 2019 ore 16.00
durata: circa 90 minuti

La data dell'appuntamento potrebbe subire variazioni, si prega di controllare il sito nei giorni precedenti l'incontro

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via di Ripetta, 222
Zona: Rione Campo Marzio (P.Spagna-P.Popolo-Pincio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

L'incontro è gratuito
Prenotazione obbligatoria (max 100 persone)

Info e prenotazione obbligatoria
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica(magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); ArchitetturaRestauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Nicoletta Agostini.

L’incontro intende presentare il lavoro svolto negli ultimi anni dal Corso di Arte per la Terapia dell’Accademia di Belle Arti di Roma, ripercorrendone, le motivazioni che hanno contribuito a farlo istituire e il delinearsi di un modello d’ intervento che fa dell’arte visiva lo strumento  privilegiato al servizio della prevenzione, della promozione della salute  e dell’inclusione sociale e dialoga con i diversi contesti, educativi, sanitari, museali, ecc.  e le domande sociali che da essi sorgono. Attraverso le immagini di documentazione dei laboratori realizzati in collaborazione con alcune istituzioni, saranno evidenziate le caratteristiche metodologiche e teoriche di un approccio che  partendo dalla Didattica dell’Arte e dalla conoscenza di alcuni contributi della Psicologia e delle Neuroscienze trova nel gruppo di lavoro una risorsa primaria dell’intervento  ed è centrato sull’utilizzo delle tecniche artistiche  in una cornice di accoglienza, empatia, rispetto e valorizzazione delle diversità.

Nicoletta Agostini: laureata e specializzata in Storia dell’Arte presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti. E’ psicologa e psicoterapeuta relazionale presso l’Istituto Isipsé e membro IARPP. Ha collaborato nella didattica, catalogazione, documentazione dei beni storico-artistici con il Comune di Roma e il Ministero dei Beni Culturali. Dal 1993 insegna all’Accademia di Belle Arti (Sassari, Carrara, L’Aquila, e dal 2000 a Roma) Storia dell’Arte Contemporanea, Didattica dei Linguaggi artistici e Elementi Generali di Psicologia. Dal 2015 è referente del Corso del Biennio specialistico di II livello in Arte per la Terapia della Scuola di Comunicazione e Didattica dell’Arte.  Ha collaborato insieme a Gabriella Bernardini con la didattica  speciale dei Musei Vaticani e con il MACRO, per l’esposizione dedicata a Scialoja, con progetti sulla fruizione dell’arte del pubblico non vedente. Nel 2015, presso la Galleria d’Arte Moderna di Roma ha tenuto una conferenza sul tema “Arte e disagio psichico: il caso di Vincenzo Gemito”; nel 2016, in collaborazione con la didattica della GAM ha coordinato il ciclo di conferenze: “Scultura italiana del Novecento. Linguaggi, tecniche, materiali” intervenendo sul tema: ”Il corpo e il tempo della scultura: Forme della vitalità”; ha coordinato il progetto didattico su supporti touch-screen e video, finanziato dal MIUR, InterGAM, riguardante una selezione di opere della collezione. Nel 2015, ha pubblicato Selfdisclosure e processo psicoterapeutico, per Alpes Italia; nel 2016 sul n.1 di Rivista PianoB “Cecità”, uno studio tra arte e psicoanalisi.
Attualmente, coordina un progetto di riabilitazione attraverso laboratori artistici presso il Policlinico Agostino Gemelli di Roma, Servizio di  Terapie Integrate del Centro di Senologia Oncologica. Nel 2018 ha coordinato il Workshop dell’artista Gea Casolaro “Io visto da te, io visto da me tu visto da te, tu visto da me” e l’esposizione, presso la Sala Colleoni dell’Acca-demia di Belle Arti di Roma, dei lavori prodotti nel workshop dagli studenti del Corso in Arte per la Terapia e dai pazienti del Centro Diurno di Via di Monte Tomatico.
Dall’aprile 2017 ha aperto un Centro d’Ascolto gratuito dedicato agli studenti dell’Accademia. 

Parole chiave

Data di ultima verifica: 06/03/19 14:40