060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Incontro sul tema "Edilizia popolare degli anni venti: il barocchetto romano e la nuova identità storica"
Data: 21/11/18

Orario

Mercoledì 21 novembre 2018
ore 16.00
 Durata: circa 90 minuti

La data dell'appuntamento potrebbe subire variazioni che saranno indicate sulle pagine web della Sovrintendenza e del Sistema Musei Civici e comunicate tramite e-mail ai prenotati

Prenotazione obbligatoria: max 70 persone

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Piacenza, 1
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica(magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); ArchitetturaRestauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito, Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: +39 06 484809 - 06 4747155
Fax: +39 06 4747155
Prenotazione online: 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Descrizione

Per l’edilizia residenziale pubblica, rivolta prevalentemente alla piccola borghesia impiegatizia, si consolida a Roma, negli anni Venti del Novecento, l’immagine di un’architettura “minore” che si richiama alla tradizione barocca romana del Seicento, riletta non attraverso gli edifici religiosi o i palazzi nobiliari ma nel riferimento alle forme dell’edilizia urbana, un’immagine che sarà identificata con il termine “barocchetto”.
Si vuole dunque creare una continuità ideale fra l’edilizia del centro storico e l’espansione residenziale ai margini della città, caricando la nuova edilizia popolare di un’identità storica che racchiude anche un valore sociale.
Protagonista principale di questa tendenza è l’Istituto Case Popolari (ICP) creato nel 1903 con una legge voluta dal Ministro del Tesoro Luigi Luzzatti.
Nel corso degli anni Trenta l’ICP diverrà IFCP, Istituto Fascista Case Popolari, e gli insediamenti saranno di livello molto più basso: nascono le borgate - Gordiani, Primavalle, S. Maria del Soccorso, Trullo – che nel secondo dopoguerra faranno da sfondo ai film del neorealismo. Allo stesso tempo la ricerca di un’architettura residenziale in grado di ritrovare i contenuti sociali che si erano creati nella spazialità urbana del barocco, senza però riproporne le forme, sarà il compito che una nuova generazione di architetti romani affronterà per progettare gli spazi di una collettiva vita democratica.
L’incontro condotto da Giorgio Ciucci apre un ciclo di lezioni  dedicate alla storia urbanistica e all’ architettura di Roma nel Novecento con proiezione di filmati storici dell’Archivio dell’Istituto Luce appositamente selezionati.

 

 


Giorgio Ciucci ha insegnato dal 1971 al 1996 all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia e dal 1996 al 2011 alla Facoltà di Architettura dell’Università di Roma 3 nella quale ha anche fondato e diretto dal 2000 al 2008 il Master Europeo in Storia dell’architettura. 
Visiting Professor al MIT (1976 e 1984), allo Institute for Architecture and Urban Studies (IAUS) di New York (1978 e 1979), alla Harvard University (dal 1985 al 1989) e al Politecnico di Zurigo (1993-94). Ha tenuto seminari e conferenze in università europee e americane e organizzato seminari internazionali di studio e curato mostre di architettura per la Triennale di Milano, per il MART di Trento e Rovereto e per l’Accademia Nazionale di San Luca.
È nel comitato scientifico del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio e nel comitato scientifico della Fondazione Archivio del Moderno presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio.
Ha pubblicato libri e curato volumi sull'architettura e la città di Roma dal XV al XX secolo, sull’architettura italiana e su quelle europea e americana del Novecento.

 

 

Parole chiave

Nell'ambito di

Eventi e spettacoli › Visite guidate e didattica
Data: da 12/10/18 a 18/05/19
Data di ultima verifica: 05/10/18 11:27