060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Il Pleistocene da toccare
Data: 27/10/18

Orario

Sabato 27 ottobre 2018 dalle ore 10.30 alle ore 13.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale Egidio Galbani, 6
Zona: Quartiere Pietralata (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
All’incrocio con via Ciciliano

Informazioni

Visite guidate tattili-sensoriali gratuite
con prenotazione obbligatoria
al numero 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)

Le visite tattili-sensoriali sono visite speciali rivolte al pubblico dei visitatori con disabilità

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

Il percorso tattile prevede il seguente itinerario: la prima parte della visita prevede un racconto di ciò che si vede nel giacimento, si può usufruire di un apposito plastico ricostruttivo in scala dove sarà possibile individuare “toccando” la struttura del giacimento ed la dislocazione dei principali resti. Tale esperienza sarà supportata da una puntuale descrizione narrativa.

Nella sala espositiva sarà possibile toccare alcuni resti faunistici fossili: una grande zanna di elefante, alcuni denti di proboscidati, ed altri resti di faune presenti nell’esposizione.

Per quanto concerne gli oggetti litici prodotti dall’uomo ed esposti in vetrine, il museo dispone di copie, realizzate con le tecniche dell’archeologia sperimentale. Si potrà cogliere la consistenza delle materie prime ed inoltre comprendere la funzionalità di alcuni oggetti.
Per il percorso ambientale, il Museo dispone di tre plastici ricostruttivi relativi a tre momenti molto diversi della stoia del territorio. I plastici sono caratterizzati da diversi materiali che permettono di percepire sia i cambiamenti geomorfologici che i percorsi fluviali.
Il percorso sensoriale prosegue con i contenuti floristici del “Giardino Pleistocenico”, sarà possibile toccare le piante presenti che caratterizzavano l’ambiente pleistocenico circa 200.000 anni fa. In particolare le foglie di Zelkova crenata, che sono conservate fossili nel Museo.

Referente:  Patrizia Gioia
patrizia.gioia@comune.roma.it

Parole chiave