060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Metamorfosi
Data: 26/05/19

Orario

Domenica 26 maggio 2019
ore 18.00 e ore 21.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via delle Fornaci, 37
Zona: Quartiere Aurelio (Roma ovest)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Biglietto: € 23,00

Per la replica di METAMORFOSI delle ore 21.00 solo per gli iscritti al teatro
PROMO SPECIALE:
€ 18,00 Platea
€ 15,00 Galleria
Mandare una mail a info@teatroghione.it scrivendo nell'oggetto 
"PROMO METAMORFOSI" specificando nome, cognome, numero di telefono, numero di biglietti e settore scelto.

Contatti

Descrizione

Metamorfosi – altre storie oltre il mito
con Enrico Lo Verso
e con “Il pianoforte che dipinge”
Francesco Mancarella – Pianoforte
Lorenzo Mancarella – Clarinetto
Bigbyps – Beatbox

adattamento e regia Alessandra Pizzi
coreografie Danze Aeree Marilena Martina
Traduzioni Nicola Pice

con la partecipazione di Sede Mangiaracina – Piano Jazz

In previsione dell’anniversario dei 2000 anni dalla scomparsa di Ovidio, la messa in scena tratta dal capolavoro della classicità. La poesia diventa storia, il mito diventa contemporaneo, sveste i panni del racconto epico e diventa cronaca. Parla della vita, lascia le gesta di eroi e racconta i fatti vissuti di un reale, in cui la sofferenza di Euridice diventa quotidianità dell’essere e il culto della bellezza di Narciso, strumento di identificazione sociale.
 Storie ri-lette con un linguaggio contemporaneo, efficace ed essenziale, riattualizzano il mito, individuandone i tratti essenziali della validità nella società contemporanea.
 Eroi ed eroine diventano il presupposto per raccontare un mondo, in cui nella ricerca del sè, ognuno affonda nelle radici del proprio vissuto che spesso è collettivo. Ecco che il mito diventa “sociale”, crea stereotipi, produce modelli.
 La messa in scena essenziale, rompe la quarta parete, e invita il pubblico a ricercare dentro sé stesso matrici autentiche di un "io" , che per troppo ha soggiaciuto a stratificazioni sociali.
 Ogni attore interpreta l’uomo contemporaneo, nella sua straordinaria volontà di comprendere l’essenza autentica di sé stesso, in relazione con gli altri.
 Gli ospiti occupano lo spazio scenico, i racconti ripescano nella classicità, le storie portano il mito nella quotidianità, i percorsi aiutano il pubblico a cercare oltre. Perchè il mito persiste solo oltre la storia, se il suo potere è senza tempo, se il suo valore è universale.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 23/05/19 09:37