060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » La fortezza
Data: da 09/03/19 a 31/03/19

Orario

Serale -  martedì, giovedì, venerdì e sabato – ore 21.00
Pomeridiana  - mercoledì e domenica – ore 18.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Rosa Raimondi Garibaldi, 18/b
Zona: Quartiere Ostiense (Roma sud)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Info biglietti:
Intero –  € 15
Ridotto –  € 12
martedì , mercoledì e giovedì  –  € 10 
Tessera associativa semestrale – € 3 info biglietti e riduzioni

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Telefono: 06 92594210
Sito web: www.spazio18b.com/

Descrizione

La fortezza

drammaturgia e adattamento di Massimo Roberto Beato
regia Elisa Rocca
con Massimo Roberto Beato, Alberto Melone, Matteo Tanganelli
allestimento scenico e costumi Jacopo Bezzi
musiche originali Giorgio Stefanori
aiuto regia Ferrante Cavazzuti


Massimo Roberto Beato cura l’adattamento della vicenda, ideata da Dino Buzzati, del maggiore Giovanni Drogo rievocata nella stanza della locanda dove egli è giunto, malato, costretto suo malgrado, dal Maggiore Simeoni, a lasciare la Fortezza sotto assedio.
Seduto sulla poltrona, mentre osserva fuori dalla finestra la sera e la notte incombente, in quest’ultimo atto di lucidità che precede la sua morte – e che egli vive come la sua "vera battaglia"  – la sua mente procede a ritroso per approdare a vari momenti della sua vita e domandarsi se essa poteva o doveva essere vissuta diversamente. 

Il Tenente Giovanni Drogo, neodiplomato all’Accademia Reale, è pronto a prendere servizio alla Fortezza Bastiani, sua prima destinazione. Si agitano in lui sentimenti contrastanti: la pena di  lasciare la casa materna, la vita comoda della città e la sensazione che grandi eventi lo stiano aspettando. Una volta giunto però, una nuova indistinta malattia si impossessa lentamente di lui: è l’effetto della malìa esercitata dal deserto che si intravvede dalla Ridotta Nuova al confine con il  nord, e dell’infinita attesa dei Tartari, popolo misterioso e leggendario che potrebbe attaccare da un  momento all’altro, immortalando gli abitanti della Fortezza in un destino di gloria.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 26/03/19 16:41