060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Giacomina
Data: da 04/04/19 a 07/04/19

Orario

da giovedì 4 a domenica 7 aprile 2019
Giov – Sab ore 21.00
Dom. ore 18.00
Sala Teatro

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Carlo della Rocca, 6
Zona: Quartiere Tuscolano (Roma sud)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Info biglietto:
€ 12  Tessera associativa gratuita

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Descrizione

Giacomina
scritto e diretto da Salvatore Cannova
con Eletta Del Castillo, Marica Matromarino

Giacomina” racconta la storia di un'amicizia circondata dalla nera, non compresa e spesso latente "malattia del secolo", come oggi viene definita la depressione. Una riflessione che non condanna né giudica la malattia o le scelte estreme a lei connesse, bensì ne riporta i fatti soffermandosi su chi sta intorno: su chi le inventa tutte pur di far allontanare i cattivi pensieri.
Attraverso un dialogo tra due amiche che ripercorre un’amicizia lunga una vita, fatta di giochi, pianti, sacrifici, ricordi, scopriamo la storia di Giacomina e del suo male, affrontato grazie al supporto dell'amica Cettina. Dai primi amori, alle crisi non comprese; dai giochi adolescenziali, alle balere carnevalesche; dalla mancanza del marito, alla scelta estrema di farla finita.

Sorridente, truccata e sempre con un vestito diverso: così ricordo mia nonna Giacoma. Una donna dall’aspetto sempre curato capace di 
nascondere, ai molti,il suo profondo malessere: il “mal di vivere”, come avrebbe detto Montale.
L’origine della sua depressione fu sempre un mistero, come la ragione per cui decise di farla finita; sono tante, quindi, le ipotesi rimaste senza certezze.

Giorni come quello in cui si tolse la vita, lanciandosi nel vuoto dal balcone di casa, rimangono indelebili nella memoria e ricordano la natura imprevedibile degli eventi che, come fulmini a ciel sereno, stravolgono il nostro vivere. In questo lavoro viene raccontata la storia di un’amicizia circondata dalla nera, non compresa e spesso latente “malattia del secolo”, come oggi viene definita la  depressione.

Una riflessione che non condanna né giudica la malattia o le scelte estreme a lei connesse, bensì ne riporta i fatti soffermandosi su chi sta intorno: su chi le inventa tutte pur di far allontanare i cattivi pensieri. Una riflessione che vuole sensibilizzare su una condizione che oggi, senza limiti di età, segna molte vite. Una riflessione sull’uomo, sulla vita e sul loro rapporto  semplicemente complesso.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 01/03/19 12:59