060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Dobbiamo parlare
Data: da 21/11/19 a 24/11/19

Orario

da giovedì 21 a domenica 24 novembre 2019

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Alberto da Giussano, 13
Zona: Quartiere Prenestino Labicano (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Info biglietti:
Intero: 15,00 euro
Ridotto: 13,00 euro
(Under 18 - Studenti universitari - Over 65 - Gruppi >5

Ingresso e attività riservato ai soci

Durata: 75 minuti

Contatti

Telefono: 06 94842463
Email: Mail info@teatrohamlet.it
Cellulare: 3334313086

Descrizione

Dobbiamo parlare
Testo di Sergio Rubini
Regia di Gina Merulla
Con Alessandro Catalucci, Patrizia Casagrande, Ilario Crudetti e Sabrina Biagioli

Due camere d’albergo, due giovani coppie, un post trasgressivo su facebook: l’orgia è assicurata! E il divertimento anche!

Pino Quartullo ci regala una commedia esilarante e intelligente che indaga con sagacia e ironia la crisi di coppia attraverso situazioni bizzarre, conflitti, erotismo e comicità. Il sesso è un pretesto per svelare desideri, sogni, paure e debolezze umane.

Petra e Massimiliano, proprietari di una jeanseria nella periferia romana, disinibiti, veraci, a volte un po’ trucidi sono frequentatori abituali di orge, possiedono un armamentario notevole di giocattoli erotici e rincorrono la trasgressione a tutti i costi. Isabella e Federico, eleganti e acculturati, sostenuti (anche troppo) in ogni occasione, sono al contrario alla loro prima volta nel mondo degli scambisti come estremo tentativo di ravvivare la loro vita sessuale. Il confronto tra quattro personalità così differenti non può che essere pirotecnico! 

Rappresentata per la prima volta negli anni ‘90 , prodotta da Vittorio Gassman, che la definì “un dramma comico”, l’opera fu subito un successo e divenne un film altrettanto acclamato. Oggi Pino Quartullo ne ripropone una versione tutta nuova (3.0) ambientandola al tempo di internet, delle app e dei social network, che sono ormai diventati ingombranti mediatori dei rapporti umani.

La regia di Gina Merulla è incalzante, pungente e provocatoria: si parla di sesso, trasgressione e passione senza giudizi e senza censure. Il rapporto di coppia è indagato rifiutando i falsi moralismi, i modelli idealizzati e gli stereotipi sull’amore: è ora che cadano le maschere.. oltre alla lingerie..

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 18/10/19 13:08