060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Teho Teardo - Music for Wilder Mann
Data: 24/01/19

Orario

Giovedì 24 gennaio 2019 ore 22.00
apertura ore 21.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale delle Terme di Caracalla, 55a
Zona: Rione Celio (Terme di Caracalla) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Ingresso € 10 + Tessera ARCI valida fino a settembre 2019 € 5
Link tessramento https://portale.arci.it/preadesione/angelomai

Contatti

Descrizione

Teho Teatro - chitarra baritona, electronics
Laura Bisceglia, Giovanna Famulari - violoncello
Ambra Chiara Michelangeli - viola

La musica di Teardo attrae e si lascia attrarre liberamente da altre forme dʼarte delineando, in Music for Wilder Mann, una nuova relazione tra strumenti della tradizione ed elettronica. Forte dellʼapporto dato, e che continua a dare, al cinema e al teatro con le sue colonne sonore, in questo caso il compositore si accosta a un altro tipo di immagini: le fotografie di Charles Fréger contenute nel libro Wilder Mann, la figura dellʼUomo Selvaggio.

Le apparizioni dei Wilder Mann, i mostri fotografati da Charles Fréger nell’omonimo libro che è già un classico, generano un turbamento che la musica di Teho Teardo restituisce in termini sonori. Paura e spavento inducono a una strana forma di attrazione per questi esseri futuribili ma provenienti dalla notte dei tempi, vestiti di pellicce e con denti d'animale, sormontati da corna o palchi di cervo per trasformarsi in orsi, cinghiali, mostri e diavoli che incutono terrore.

Il concerto di Music for Wilder Mann è un evento speciale presentato ora per la prima volta nella forma in cui venne originalmente concepito album nel 2013: due violoncelli e una viola si uniscono agli strumenti elettronici di Teho per creare un contrappunto con le straordinarie fotografie di Charles Fréger. Inoltre, durante il concerto, si inseriranno trenta percussionisti con piatti e gong. A ogni brano corrisponde una fotografia, altissima, verticale e minacciosa, una personificazione dei nostri timori o un totem i cui significati variano costantemente a seconda di chi guarda.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 21/01/19 08:49