060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi
Data: 08/04/20

Orario

Mercoledì 8 aprile 2020
ore 20.30

Si suggerisce di arrivare venti minuti prima dell’apertura per assicurarsi il posto migliore nelle categorie A e B. Il personale è a disposizione per prenotare un taxi a fine concerto

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via del Caravita, 7
Zona: Rione Colonna (Pantheon-Montecitorio-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Presso la Chiesa del Caravita

Informazioni

Biglietto: da € 40,00 a € 20,00
Biglietto ridotto: da € 25,00 a € 15,00

Exclusive 1a fila + Salta la fila: € 40,00
VIP 2a e 3a fila + Salta la fila: € 35,00
A Posti centrali: € 30,00
A Posti centrali ridotti per studenti e under 18: € 25,00
B Ultime file: € 20,00
B Ultime file ridotti per studenti e under 18: € 15,00

Modalità di cancellazione
Cancellazione gratuita entro 48 ore dalla data del concerto per tutte le categorie. Le cancellazioni non saranno accettate oltre questo termine.

TOILETTE non presente
ARIA CONDIZIONATA non presente
ASCENSORE non presente
ACCESSO DISABILI NO

Contatti

Descrizione

Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi
Un’opera musicale ma anche spirituale, una delle composizioni di maggior rilievo della musica classica del Settecento 

La formazione estesa dell’Orchestra Sinfonica Opera e Lirica diretta da Elvin Dhimtri.

Lo Stabat Mater, un lavoro fortemente evocativo composto per la liturgia della Settimana Santa, rimanda su più piani al sentimento dell’uomo di fronte alla perdita e al presagio della fine, sia per il contenuto dell’opera, sia per la vicenda biografica del compositore a cui è legata. Pergolesi, infatti, colpito dalla tisi, si spense prematuramente all’età di ventisei anni e lottò fino all’ultimo momento per riuscire a portare a termine quest’opera grandiosa prima di esalare l’ultimo respiro.
Il suo ultimo atto fu quindi una meditazione musicale sulle parole di Jacopone da Todi, che già in epoca medievale aveva narrato la tragedia di Maria che perde il figlio sulla croce e geme disperata nell’impotenza di salvarlo. È lei la protagonista di quest’opera e, in quanto madre, patisce una sofferenza assolutamente umana e tangibile.
Il dolore è trasposto da Pergolesi in una musicalità fatta di contrasti melodici, voci che si scontrano e strumenti che riproducono i colpi metallici del martello che affonda i chiodi nella croce. In linea con la più tipica tradizione settecentesca, vi sono momenti di grande tensione a cui si susseguono passaggi più dolci e sereni, momenti di tregua nel lamento materno, quando la luce della fede balena negli occhi di Maria. L’Amen finale, accompagnato dal contrappunto nella linea musicale, introduce il silenzio della morte.
Il compito affidato a Giovanni Battista Pergolesi non era affatto facile. Doveva innovare il componimento canonico dello Stabat Mater del precedente autore, Alessandro Scarlatti, pur mantenendo la struttura tradizionale data dalla sequenza di arie solistiche e duetti per soprano e contralto. Pergolesi riuscì a farlo magistralmente, sposando l’impianto della composizione precedente con una prospettiva più incentrata sul pathos e sul sentimento, raggiungendo una compattezza e un equilibrio perfetti tra i passaggi arcaicizzanti e gli acuti più drammatici delle parti solistiche. Un’opera meravigliosa per un concerto imperdibile nella cornice sacra dell’Oratorio del Caravita.

Soprano Vanessa Fioretti
Contralto Elisabetta Basirico
Orchestra Sinfonica Opera e Lirica
Dirige l’orchestra: Elvin Dhimitri

PROGRAMMA
Adagio di Tomaso Albinoni
Stabat Mater di Pergolesi
“Stabat Mater” (Grave) a 2
“Cujus animam” (Andante) per soprano
“O quam tristis” (Larghetto) a 2
“Quae moerebat” (Allegro moderato) per contralto
“Quis est homo” (Largo, Allegro) a 2
“Vidit suum” (Tempo giusto) per soprano
“Eja Mater” (Allegro moderato) per contralto
“Fac ut ardeat” (Allegro) a 2
“Sancta Mater” (Tempo giusto) a 2
“Fac ut portem” (Largo) per contralto
“Inflammatus” (Allegro) per soprano
“Quando corpus e amen” (Largo e Allegro) a 2.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 15/01/20 15:46