060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Progetto Sounds for Silents – Film Futuristi
Data: 22/11/19

Orario

venerdì 22 novembre 2019
ore 20.00

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Bartolomeo Romano, 8
Zona: Quartiere Ostiense (Roma sud)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Info –line attiva due ore prima dello spettacolo al numero 0657332768

Contatti

Telefono: 06 57332768 (attivo solo durante gli orari di apertura del botteghino)

Descrizione

Progetto Sounds for Silents – Film Futuristi
Sonorizzazione dal vivo Ensemble del Conservatorio di Santa Cecilia
Opere di A.Ginna e AA, A.G. Bragaglia, O. C. Martina, C. D’Errico

La Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, in collaborazione con il DAMS dell’Università Roma Tre, la Cineteca del Centro Sperimentale di Cinematografia e il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, promuove e organizza, a beneficio degli istituti scolastici della regione Lazio, una rassegna di cinema muto dal titolo Sounds for Silents,  finanziata dal MIBAC e dal MIUR attraverso il Bando Cinema per le Scuole.
La rassegna prevede cinque appuntamenti a ingresso gratuito tra novembre e i primi di dicembre del 2019 (con doppia replica, una mattutina e l’altra serale) e sarà dedicata alla cinematografia futurista, con proiezioni di pellicole d’epoca musicate dal vivo da ensemble del Conservatorio di Santa Cecilia e dalla Roma Tre Jazz Band.
La rassegna si terrà al Teatro Palladium di Roma e sarà accompagnata da un’esposizione iconografica sul Futurismo, oltre che da un catalogo critico e illustrato dei film scelti per le proiezioni.

Il Futurismo è stato scelto non soltanto per la rilevanza dei suoi esiti artistici e culturali, ma anche per il suo rapporto con il movimento e con la velocità: elementi su cui si basano le trasformazioni tecnologiche dei primi anni del Novecento e che appaiono straordinariamente simili ai profili dell’odierna rivoluzione del digitale.
 In tale prospettiva il cinema muto diviene strumento di conoscenza e approfondimento, per gli studenti, del passaggio tecnologico intercorso tra i primi del Novecento e l’epoca in cui vivono. La musica dal vivo costituisce, al contempo, una chiave di lettura e di interpretazione che non si pone soltanto come elemento di sonorizzazione delle scene dei film, ma che rivela e attualizza i significati dei temi richiamati nelle singole pellicole.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 03/10/19 14:31