060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Annalisa De Feo Project - DOS - Duo Onirico Sonoro
Data: 15/11/18

Orario

Giovedì 15 novembre 2018

ore 20.30 Aperitivo Cena facoltativo
ore 21.30 Concerto nella sala teatro

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazza di Montevecchio, 5
Zona: Rione Ponte (Via Coronari-Ponte Vittorio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Aperitivo Cena facoltativo
(Drink incluso) € 10,00, Si consiglia la prenotazione

Concerto nella sala teatro
Ingresso Intero € 15,00 - Ridotto € 12,00
(il ridotto è riservato alle persone iscritte alla NewsLetter del teatro)

La NewsLetter del Teatro Arciliuto è GRATUITA e ci si può iscrivere dalla homepage del sito www.arciliuto.it o al link su Facebook

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è consigliabile la prenotazione; mail  info@arciliuto.it / sms & calls mobile +39 333 8568464 / teatro tel. 06 6879419 (ore 18-22)

Modalità di partecipazione: Prenotazione consigliata

Contatti

Telefono: 0039 06 6879419
Fax: 0039 06 6879406

Descrizione

Annalisa De Feo Project
DOS
Duo Onirico Sonoro

con

Annalisa De Feo, piano, voce, synth, harmonium indiano
Marco Libanori, percussioni, batteria, giocattoli, effetti

Due musicisti soltanto a favore di un universo sonoro coinvolgente e colorato che suona come un piccolo ensemble. Questi sono i DOS Duo Onirico Sonoro; I suoni acustici si uniscono a quelli elettronici e alle percussioni dal sapore  tribale, dove la voce, rimanendo suono puro e incontaminato, diviene a sua volta strumento.

Da certo pop cameristico radicato nella musica classica fino a toccare sonorità jazz e balcaniche, con un atteggiamento chiaramente sperimentale, Annalisa De Feo e Marco Libanori fondono continuamente input sonori e suggestioni diverse.
I brani, tutti originali, di Annalisa De Feo, nascono inizialmente con un forte carattere evocativo e trovano la loro risposta più calzante tra le sonorità delle percussioni di Marco Libanori.
Le composizioni sono il frutto di percorsi che affondano le radici nella musica classica, balcanica, argentina, jazz, d’ avanguardia, diventando motivo di suggestioni intime, luoghi del fare e sodalizio tra le arti.
"Una commistione di piano, voce, elettronica e percussioni come viscerale colonna sonora dei pensieri più intimi, evocazione dell’inconscio risonante. Un sodalizio emozionale perfettamente riuscito".

Parole chiave

Data di ultima verifica: 13/11/18 14:10