060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » World Press Photo 2019
Data: da 25/04/19 a 26/05/19

Orario

25 aprile - 26 maggio 2019
Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 20.00. 
Venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30.
Lunedì chiuso.

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Via Nazionale, 194
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso disabili: Via Piacenza, snc
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Sono disponibili sedie a rotelle per visitatori che ne fanno richiesta. Per informazioni +39 06 696271
Ingresso disabili: Via Milano, 13
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Sono disponibili sedie a rotelle per visitatori che ne fanno richiesta. Per informazioni +39 06 696271
Indirizzo: Via Milano, 9A
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso sala Cinema, Auditorium e ristorante Open Colonna

Informazioni

Intero € 10,00
Ridotto € 8,00
Ragazzi dai 7 ai 18 anni € 6,00
Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni
Biglietto Open € 13,50

Ridotto
giovani fino a 26 anni 
adulti oltre i 65 anni
insegnanti in attività su presentazione di dichiarazione dell'istituto di provenienza, esclusi professori universitari
gruppi con prenotazione obbligatoria (min 10 max 25 persone)
gruppi convenzionati 
forze dell'ordine e militari con tessera di riconoscimento_stampa
tariffa speciale accompagnatore abbonato 
scuole, studenti, ricercatori, dottorandi degli atenei romani (venerdì e sabato dalle 19.00)

Contatti

Telefono: info e prenotazioni +39 06 39967500 (Coopculture)
Telefono: 848 082408 (scuole)
Fax: +39 06 48941999

Descrizione

La mostra World Press Photo 2019 è promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale, ideata da World Press Photo Foundation di Amsterdam e organizzata dall'Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography.

Dal 1955 il Premio World Press Photo, uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del fotogiornalismo, premia ogni anno diversi fotografi professionisti per i loro migliori scatti - presentati come singoli o come racconti - contribuendo così a costruire la storia del miglior
giornalismo visivo mondiale.

Quest'anno, il concorso ha visto la partecipazione di 4,783 fotografi da 129 paesi diversi che hanno presentato un totale di 78,801 immagini.
Una giuria indipendente composta, con un numero eguale di uomini e donne, da esperti del settore e presieduta da Whitney C. Johnson, vicepresidente Visuals e Immersive Experiences presso National Geographic, ha selezionato anche quest'anno i partecipanti al World Press Photo Contest 2019.
I candidati sono 43, provenienti da 25 differenti paesi: Australia, Belgio, Brasile, Canada, Repubblica Ceca, Egitto, Francia, Germania, Ungheria, Iran, Italia, Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Filippine, Portogallo, Russia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Syria, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti, e Venezuela. Di questi, 14 sono donne (32%), il che rappresenta un significativo aumento rispetto al Photo Contest del 2018, dove solo il 12% dei candidati erano fotografe donne.

Per la 62esima edizione del concorso fotografico, la Fondazione World Press Photo ha introdotto un nuovo importante premio: il "World Press Photo Story of the Year".
Come la "World Press Photo of the Year", questo nuovo riconoscimento vuole rendere omaggio ai fotografi le cui capacità visive e le abilità hanno prodotto storie dall'editing eccellente e una sequenza che cattura un evento o una questione di rilevante importanza dell'anno appena concluso.
I tre candidati al premio World Press Photo Story of the Year sono: The Lake Chad Crisis di Marco Gualazzini (Italia), per la categoria "Ambiente"; The Migrant Caravan di Pieter Ten Hoopen (Paesi Bassi/Svezia) per la categoria "Spot News"; e Yemen Crisis di Lorenzo Tugnoli (Italia), per la categoria "General News".
 
I sei nominati per il premio "World Press Photo of the Year" sono: Victims of an Alleged Gas Attack Receive Treatment in Eastern Ghouta di Mohammed Badra (Syria), nominato per la categoria "Spot News"; Almajiri Boy di Marco Gualazzini (Italia), nella categoria "Environment"; Being Pregnant After FARC Child-Bearing Ban di Catalina Martin-Chico (Francia/Spagna), nella categoria “Contemporary Issues”; The Disappearance oh Jamal Khashoggi di Chris McGrath (Australia), nella categoria "General News"; Crying Girl on the Border di John Moore (Stati Uniti), nominato nella categoria "Spot News", e Akashinga - the Brave Ones di Brent Stirton (Sud Africa), nella categoria "Environment".
La giuria ha anche nominato tre immagini singole e tre storie in ognuna delle otto categorie del Photo Contest 2019: "Contemporary Issues", "General News", "Environment", "Nature", "Long-Term Projects", "Portraits", "Spot News" e "Sport".

Parole chiave

Data di ultima verifica: 28/02/19 16:27