060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Julien Bismuth-Hiaitsiihi
Data: da 24/10/19 a 28/02/20

Orario

25 ottobre 2019 - 28 febbraio 2020
dal martedì al venerdì 14.30-19.00

Inaugurazione 24 ottobre 2019, ore 18.30 - 21.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale Somalia, 33
Zona: Quartiere Trieste (Roma nord)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito

Contatti

Telefono: +39 06 86398381

Descrizione

A cura di Raffaella Frascarelli in collaborazione con l’Unità di Ricerca Estetica nel sociale del Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche, Sapienza Università di Roma, diretta da Lia Fassari.

Nomas Foundation presenta Hiaitsiihi, la prima mostra personale di Julien Bismuth in un'istituzione italiana. Tra il 2016 e il 2017, insieme all’antropologo Marco Antonio Gonçalves, l’artista trascorre due soggiorni presso il popolo Hiaitsiihi stanziato sulle rive del fiume Maici nella foresta amazzonica brasiliana. Denominato Pirahã dalle popolazioni confinanti, questo popolo semi-nomadico chiama sé stesso Hiaitsiihi, termine che significa corpo (ibiisi) che vive in un cosmo stratificato.

Cacciatori-raccoglitori che pescano e cacciano muniti di solo arco e frecce, da secoli i Pirahã vivono in simbiosi con la foresta pluviale d’Amazzonia, trascorrendo la maggior parte dell’anno senza alcun riparo dagli elementi atmosferici e fondando la propria sussistenza soltanto su pochi semplici manufatti. Ciò che chiamiamo la loro cultura consiste fondamentalmente dei canti che cantano e delle storie che raccontano nella loro particolare lingua tonale che può essere fischiata, canticchiata, parlata. Scandendo e accompagnando le loro attività quotidiane, tali storie, canti, rituali conservano una complessa cosmologia. I Pirahã non posseggono strutture politiche, nessuna diseguaglianza economica o sociale, nessun dovere eccetto la sopravvivenza. Attraverso linguaggi quali fotografia e video, gli interventi di Bismuth si esprimono con una simile discrezione di mezzi: i filmati intenzionalmente privi di narrazione e spiegazione contraddistinti da un montaggio praticamente assente si allineano all’esperienza dei Pirahã.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 15/11/19 11:05