060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Incontri » RINVIATA A DATA DA DESTINARSI: Conferenza/laboratorio partecipato - La danza popolare in Italia tra turismo e comunicazione interculturale. Il giardino delle muse danzanti
Data: 15/03/20

Orario

Domenica 15 marzo 2020 dalle ore 16.30 alle ore 18.00

 

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Nomentana, 70
Zona: Quartiere Nomentano (Roma nord)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
BIGLIETTERIA presso il Casino Nobile

Informazioni

Incontro gratuito previo pagamento del biglietto d'ingresso secondo tariffazione vigente.

060608 (tutti i giorni 9.00 - 19.00)
Informazioni  Maresa Palmacci 348 0803972 – info@airdanza.it
Massimo 25 posti a sedere

 

Contatti

Descrizione

A cura di Noretta Nori
La conferenza-laboratorio punta a mettere in evidenza la varietà dei repertori delle famiglie di danze popolari in Italia, cogliendone la distribuzione in macro-aree su tutto il territorio italiano.

Attraverso i video, vengono individuate analogie e differenze formali tra i repertori delle diverse culture.
Sono presentati alcuni progetti volti a forme di turismo partecipativo in cui la danza diviene chiave di accesso per la conoscenza e condivisione di culture locali, attraverso l’accoglienza e la partecipazione attiva dei testimoni della tradizione in una prospettiva interculturale.

Noretta Nori è docente di danza e antropologa, nonché analista e notatrice Laban con Certificat de Cinétographie Laban del Centre National d’Écriture du Mouvement (Francia). Ha collaborato con l’Accademia Nazionale di Danza e con l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti. Direttrice artistica di eventi e rassegne teatrali sulla danza popolare, svolge attività di ricerca su repertori tradizionali ancora in funzione nell’Italia centro-meridionale. È autrice e curatrice di testi monografici sui balli popolari secondo una prospettiva etnoantropologica ed etnocoreologica tra cui: Viaggio nella danza popolare in Italia (in collaborazione con Placida Staro e Massimo Zacchi) per Gremese (2012), e Viaggio nella danza popolare in Italia. Itinerari di ricerca del Centro Nord per Palombi (2014).

Rassegna di incontri e presentazioni di libri
Conferenze-Dimostrazioni-Libri

Questa serie di incontri interdisciplinari tenuti da studiosi, storici e performer, immaginata da AIRDanza intende avvicinare il pubblico alla danza.
Attraverso proiezioni guidate, interventi performativi dal vivo e pubblicazioni recenti, gli incontri si concentrano sull’analisi della coreografia (repertori di balletto, danza moderna e contemporanea), della performance (danza di ricerca, sperimentazioni site specific), delle danze popolari (italiane, europee ed extraeuropee) e della storia della danza. Dagli anni Ottanta del Novecento ad oggi gli studi in danza hanno sviluppato metodologie transdisciplinari per mettere in luce le interconnessioni della danza con la storia culturale più in generale, cercando di uscire da un settarismo che non rende giustizia all’importanza di quest’arte nelle società ed epoche diverse. Analizzando immagini, estratti video e testi, lo specialista che guida questo percorso ‘immersivo’ nelle pratiche e nelle scritture sulla danza potrà suggerire chiavi di lettura per l’interpretazione di un’arte plurale e multiforme, a volte di difficile accesso. Il pubblico sarà chiamato a interagire verbalmente, scrivendo o muovendosi per costruire un nuovo rapporto sinergico con la storia della danza e con la sua attualità.

Incontri in occasione della mostra Il Giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight organizzati da AIRDanza (Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza)

Prossimo appuntamento:
Venerdì 20 marzo 2020: Presentazione libro "Una storia: un balletto - L’Uccello di fuoco" di Maria Rosaria Paolella


Venerdì 28 febbraio e venerdì 6, 13 e 20 marzo 2020, dalle ore 16.00 alle ore 16.30 visita guidata del Museo della Casina delle Civette e della mostra in corso
a cura della dott.ssa Flavia Cecconi

Parole chiave