060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Danza » Come le ali
Data: 24/05/18

Orario

Giovedì 24 maggio 2018 ore 21.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Ostuni, 8
Zona: Quartiere Alessandrino (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Tra via Prenestina e viale Palmiro Togliatti

Informazioni

Intero: € 10,00
Ridotto: € 8,00

Contatti

Descrizione

(2° meditazione su Caino e Abele)

da un’idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà
coreografia e regia Roberto Zappalà
musiche varie
danzatori Gaetano Montecasino, Fernando Roldan Ferrer

La nuova creazione di Roberto Zappalà “Liederduett”, con debutto previsto per l’estate 2018, viene anticipata da alcuni step di “meditazione”.

La prima, “Come ali” viene proposta a marzo 2018 a Scenario Pubblico Catania e indaga la violenza che i corpi subiscono e esprimono sin dall’inizio della vita. Seguirà il secondo studio “Simbiosi”, che esplora invece un mondo apparentemente comune a tutti ma praticamente mancante, legato all’intesa, al legame, all’intima unità che dovrebbe esistere tra gli “organismi animali e vegetali”.

Un dittico per indagare una possibilità utopica…“E se Hitler avesse vinto la Guerra?” insieme a: “e se Napoleone non fosse stato sconfitto a Waterloo?” sono le più usate e classiche ipotesi ucroniche. “E se caino non avesse ucciso Abele?” è, invece, l’ucronia positiva, non storico/sociologica ma biblico/religiosa che la nuova creazione di Roberto Zappalà affronta con i mezzi che ovviamente le sono propri: i corpi, il movimento, la danza.

L’albero/progetto di Transiti Humanitatis si arricchisce di una nuova ramificazione, una “fronda” che richiama e rafforza, per affinità di riferimenti, una nuova possibile genesi già esplorata in Oratorio per Eva. L’intenzione è quella di meditare sul tema della violenza, sul bene e il male, sulle lotte dell’umanità.

La prima lotta é anche il primo delitto; il primo fratricidio e anche il primo martirio; la prima conseguenza della rottura del rapporto fra gli uomini con Dio. Una rottura così tragica e definitiva da condurre al delitto. Allora… con un ritorno indietro, l’assenza del primo delitto potrebbe ricondurre a ristabilire questo patto?

Parole chiave

Data di ultima verifica: 19/02/18 16:22