060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Tipologia: Chiesa chiusa al culto

Indirizzo

Indirizzo: Foro Romano
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 480201 centralino della Soprintendenza

Orario

Orario estivo di apertura dei luoghi S.U.P.E.R.
9.00 - 18.30 fino al 30 settembre 2019

Orario invernale di apertura dei luoghi S.U.P.E.R.
9.00 - 15.30 dal 1 ottobre 2019

Chiusure
25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio, le prime domeniche del mese da gennaio a marzo e da ottobre a dicembre e nelle seguenti giornate gratuite 9 maggio, 5 giugno, 29 giugno, 23 settembre, 4 ottobre, 4 novembre, 22 novembre, 18 dicembre.
N.B. 2 giugno aperto dalle 13.30 alle 18.30.

Informazioni

Intero: € 16,00
Ridotto: € 2,00
giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni della comunità europea
Diritto di prenotazione: € 2,00

Il biglietto, valido 1 giorno, comprende:
un solo ingresso al Foro Romano Palatino
ingresso a 7 luoghi ad ingresso speciale a seconda delle disponibilità
- ​Criptoportico neroniano
- Museo Palatino
- Aula Isiaca – Loggia Mattei
- Casa di Augusto
- Casa di Livia
- Tempio di Romolo
- Santa Maria Antiqua con l’Oratorio dei Quaranta Martiri e alla rampa di Domiziano
- A partire dal mese di aprile 2019 visitabile anche la Domus Transitoria

Il nuovo ticket si aggiunge al biglietto già esistente del costo di 12 euro, che ad oggi consente un accesso al Colosseo e uno al Foro Romano e al Palatino nell’arco di 2 giorni.

Per chi è già in possesso del biglietto ordinario Colosseo-Foro Romano-Palatino è possibile acquistare on site un biglietto SUPER che consentirà l’accesso ai suddetti siti contingentati.
Intero € 6,00
Ridotto € 2,00

Giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni della comunità europea

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Descrizione

Venne costruita sui resti di alcuni edifici risalenti alla seconda metà del I secolo, ma la trasformazione in chiesa è con tutta probabilità dell’epoca di Giustino II (567-578). Nel corso dei secoli fu più volte restaurata. Nell’847, forse a causa di un terremoto, la chiesa fu abbandonata ma non dimenticata. Nel XIII secolo dalle sue ceneri sorse la chiesa di S. Maria Liberatrice dove secondo la leggenda Silvestro I sconfisse un drago. Il ripristino dell’antica S. Maria e la conseguente demolizione della chiesa più recente fu deciso agli inizi del XX secolo. L’interno è a tre navate con piccole cappelle in fondo alle navate minori. Interessanti le due nicchie che si possono ammirare ai lati dell’ingresso risalenti probabilmente a prima del crollo del IX secolo.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Convenzionato con

Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Data di ultima verifica: 11/03/19 16:47