060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Luoghi di culto di interesse storico-artistico » Chiese cattoliche » Chiesa dei Santi Quaranta Martiri e San Pasquale Baylon
Tipologia: Chiesa non parrocchiale

Indirizzo

Indirizzo: Via di San Francesco a Ripa, 20
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 5881121
Fax: +39 06 5881121

Orario

Aperta ore 07.30-13.00 / 16.30 - 19.00
Durante le celebrazioni non è consentito visitare la Chiesa.
Per gli orari delle SS. Messe telefonare alla Chiesa.
Gli orari possono subire cambiamenti. Si suggerisce di verificare contattando la chiesa

Descrizione

Fatta edificare da Papa Callisto II nel 1122 la chiesa fu poi riedificata nel 1486 e restaurata nel 1608 dall'Arciconfraternita del Gonfalone. Furono loro ad intitolarla ai Santi Quaranta Martiri di Sebaste in Armenia.

Nel 1736 fu ceduta ai Padri Minori Scalzi di S.Pietro d'Alcantara, i quali ne intrapresero subito una completa ricostruzione, erigendo il convento nel 1739 (probabilmente anche con funzione di ospizio ed ospedale) e la chiesa tra il 1744 ed il 1747, su progetto di Giuseppe Sardi. Fu in questa occasione che la chiesa venne dedicata a S.Pasquale Baylon, il santo spagnolo appartenente allo stesso Ordine dei Frati Minori. La chiesa fu posta sotto la Corona di Spagna, con reale decreto di Filippo V del 1738 e di Isabella II del 1856, tanto che ancora oggi vi risiede l'Ordine Francescano dei Frati Minori spagnoli.

La chiesa è conosciuta anche come chiesa "delle Zitelle", in quanto San pasquale Baylon è il "protettore delle fanciulle e delle donne in cerca di marito". Il santo era considerato anche il protettore delle donne maritate con uomini maneschi e violenti o che non assolvevano ai loro doveri coniugali.

La semplice facciata risulta arretrata rispetto alla via ed è collegata al grazioso edificio adiacente del convento tramite una bella cornice marcapiano; a due ordini, al pianterreno presenta un portale centrale sormontato dallo stemma di Filippo V, mentre al di sopra dei due ingressi laterali vi sono gli stemmi dell'ordine francescano. Una lunga iscrizione separa i due ordini: "DEO IN HON SS XL MARTYRU AC S.PASCHALIS BAYLON DIC ANNO DNI MDCCXLV"; l'ordine superiore è dominato dall'imponente ovale raffigurante il santo.

L'interno si presenta come una sala a spigoli arrotondati, preceduta da un vestibolo e seguita da un transetto con cupola, con tre cappelle laterali per lato, dove molti elementi architettonici e decorativi sono reimpiegati in una maniera che appare di derivazione borrominiana. Sull'altare maggiore vi è il "Martirio dei Quaranta Martiri" di Arturo Tosi, mentre sulla cupola vi è un bell'affresco raffigurante la "Gloria di S.Pasquale" di Matteo Pannaria.
Data di ultima verifica: 08/01/16 11:52