060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Sedi espositive » Spazi900

Indirizzo

Indirizzo: Viale Castro Pretorio, 105
Zona: Rione Castro Pretorio (Porta Pia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 49891

Orario

Lun-ven ore 10.00-18.00
Sab ore 10.00-13.00

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso libero

Descrizione

Spazi900  è un’area espositiva permanente dedicata alla letteratura contemporanea, formata da “La stanza di Elsa”, con gli arredi originari che componevano lo studio della Morante, dalla Sala Pasolini e dalle Gallerie degli scrittori – un percorso attraverso alcuni tra i più importanti protagonisti  del secolo scorso.

Il 4 novembre 2015, l'area si è arricchita di una sala dedicata a Pier Paolo Pasolini e al suo rapporto con le borgate in occasione dei 40 anni dalla sua scomparsa: Ragazzi leggeri come stracci.

Il 15 dicembre 2016 è stata la volta dello spazio dedicato a Grazia Deledda per celebrare gli 80 anni dalla sua morte e i 90 anni dal Premio Nobel – Sotto il cedro del Libano: Grazia Deledda a Roma –, mentre il 31 gennaio 2017 di quello dedicato a Carlo Levi dal titolo Le attese del niente: Carlo Levi tra scrittura e pittura.

Spazi900 ha trovato infine una sua prima conclusione nel giugno del 2017 con l’allestimento delle due Gallerie degli scrittori, dedicate l’una alla prima metà del Novecento, l’altra alla seconda parte del secolo.

Le due Gallerie degli scrittori contengono documenti autografi, prime edizioni e ricostruzioni d’epoca: la prima Galleria sulla prima metà del Novecento si apre con d’Annunzio e prosegue con Pirandello, Svevo, i futuristi, Onofri e de Pisis, Sbarbaro, Ungaretti, Saba, Montale e Quasimodo. La seconda Galleria, dedicata alla seconda metà del secolo, prende avvio con i quadri di Carlo Levi, nella sua duplice veste di pittore e scrittore, e prosegue con scrittori e poeti amici di Pasolini: Moravia e Ginzburg, dell’Arco, Bertolucci, Caproni e Penna, e prosegue, in direzione del nuovo secolo, con Vigolo, i Novissimi, Fortini, Giudici e Zanzotto, Calvino, Cerami, Rosselli e Bellezza. Completano il percorso i due focus Storie di un viaggiatore: Stanislao Nievo e Poeti, artisti, editori: il ’900 composto a mano.

L’allestimento del nuovo percorso è stato reso possibile grazie a un’attenta e mirata politica di nuove acquisizioni del patrimonio letterario novecentesco portata avanti a partire dal 2015. Di notevole rilievo appare la donazione da parte di Graziella Chiarcossi dell’archivio di Vincenzo Cerami, che sarà siglata in occasione dell’inaugurazione del museo. La Biblioteca già conserva il dattiloscritto del romanzo Il borghese piccolo piccolo che presenta correzioni autografe e note manoscritte dello stesso Pasolini, insieme al quale sarà esposto il manoscritto de La vita è bella.

All'interno di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Biblioteche
Data di ultima verifica: 08/04/19 09:54