060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni architettonici e storici » Casa delle Armi al Foro Italico
Tipologia: Edifici

Indirizzo

Indirizzo: Viale delle Olimpiadi, 60
Zona: Quartiere Della Vittoria (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Orario

Visitabile solo in occasioni particolari

Descrizione

La Casa delle Armi è uno degli edifici del Foro Italico, il vasto complesso sportivo ideato da Enrico Del Debbio ai piedi di Monte Mario e inaugurato nel 1932 con il nome di Foro Mussolini.
La progettazione dell’Accademia di scherma, in origine chiamata Casa del Balilla sperimentale, fu affidata nel 1933 al giovane architetto Luigi Moretti, che aveva appena sostituito Enrico Del debbio nella direzione dell’ufficio tecnico dell’Opera Nazionale Balilla. La inaugurò lo stesso Mussolini tre anni dopo con la denominazione “Accademia fascista di scherma”.

Considerata un capolavoro dell’architettura razionalista del ‘900, l‘Accademia è formata da due corpi di fabbrica ortogonali destinati ad ospitare spazi polifunzionali: la Biblioteca e la Sala d’Armi. I due edifici sono raccordati da una struttura ellittica e collegati da due passarelle aeree. Tutte le superfici esterne sono riestite in lastre di marmo bianco di Carrara. La Biblioteca fu concepita come vasta sala su cui si affacciano due gallerie sovrapposte per la lettura, aeree nello spazio totalmente visibile già dall’ingresso e illuminate da un grandissima vetrata aperta verso il Foro.
L’altro edificio è caratterizzato dalla grande Sala d’Armi, che avrebbe consentito l’esercitazione di ben 160 schermidori in simultanea. La copertura, costituita da due semivolte paraboliche sfalsate gettate in cemento armato e raccordate da un lungo infisso, e le ampie finestrature, assicurano all’ambiente un’illuminazione a luce diffusa che dilata ulteriormente lo spazio.

Utilizzata a lungo come aula giudiziaria (la cosiddetta “aula bunker”), ha subito pesanti manomissioni e poi un lungo abbandono.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Data di ultima verifica: 13/03/14 10:11