060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Tempio di Romolo

Contatti

Telefono: 06 480201 centralino della Soprintendenza
Telefono: Info e prenotazioni +39 06 39967700 (lun-ven 9.00-17.00, sab 9.00-14.00)
Acquisto online: https://bit.ly/36BUcmC

Orario

Orario invernale (dall'ultima domenica di ottobre all'ultimo sabato di marzo)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
13.00-15.30

Orario estivo (dall'ultima domenica di marzo al 30 settembre)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
14.30-18.15

Orario autunnale
(dal1°ottobre all'ultimo sabato di ottobre)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
14.30-17.30

In caso di esposizioni temporanee al suo interno è sempre aperto ai visitatori rispettando il contingentamento.

Informazioni

Durata visita 15’ circa – capienza max 30 persone

Il Tempio di Romolo fa parte dei Siti Super e vi si accede:

- con il biglietto Foro Romano-Palatino Super € 16,00 (TEMPORANEAMENTE SOSPESO)
(valido un giorno, permette un solo accesso all’area archeologica del Foro Romano, Fori Imperiali e Palatino, incluse le mostre in corso, e, fino al raggiungimento della capienza massima, ai siti speciali SUPER)

Ridotto € 2,00 (cittadini di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti della dell'Unione Europea e dei Paesi in condizione di reciprocità)

Diritto di prenotazione € 2,00

Agevolazioni per l'ingresso

Per chi è già in possesso del biglietto ordinario Colosseo-Foro Romano-Palatino è possibile acquistare on site un biglietto SUPER che consentirà l’accesso ai siti Super al costo di € 6,00

Descrizione

Sul Tempio di Romolo sono state avanzate numerose ipotesi ma, la più nota è quella secondo la quale l’imperatore Massenzio avrebbe riutilizzato l’edificio come tempio dedicato al figlio, Valerio Romolo, morto nel 309 e divinizzato. Nella rotonda si succedono diversi cicli di decorazioni parietali: alla metà del XIII secolo possono essere assegnate pitture a imitazione di tendaggi o velari che in origine decoravano le pareti. Nella nicchia sulla sinistra è rappresentato Cristo in trono tra Maria Maddalena e Maria Salomè. A sinistra dell’ingresso è conservato un monumento funerario costituito da un tabernacolo con al centro la Madonna in trono con Bambino tra i Santi Medici: il dipinto è attribuito a Jacopo Torriti ed è databile alla fine del XIII secolo.

Nell'ambito di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 28/01/20 16:34