060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Discover and buy tourist services, cultural offers and shows in Rome
You are in: Home » Events and shows » Exhibitions » “SHUT - Close Your Eyes”, 90 STAR a Occhi Chiusi
Date: from 2019-04-01 to 2019-05-23

Held in

Address

Address: Largo Marcello Mastroianni, 1
Zone: Quartiere Pinciano (Roma centro)
Atac
Enter your starting address
All'interno di Villa Borghese

Contacts

Telephone: 0039 06 423601 / 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Fax: 0039 06 42016191

Description

A Roma “SHUT - Close Your Eyes”, 90 STAR a Occhi Chiusi 1 aprile - 15 maggio 2019 Gli scatti di Adolfo Franzò in mostra alla Casa del Cinema di Roma. Immagini di 90 star del cinema mondiale, tutte sempre e solo fotografate a occhi chiusi.  A corredare la mostra il libro/ catalogo Edizioni Marlù, “SHUT | Close Your Eyes”, aperto da uno straordinario contributo introduttivo di Pierfrancesco Favino (Edizioni Marlù) Di solito i loro occhi sono il cuore di ogni loro immagine. Sono parte essenziale del loro modo di comunicare, proporsi agli altri: recitare. Sono i loro occhi a essersi ritagliato una spazio di memoria nell’immaginario di ogni spettatore. Ma il fotografo Adolfo Franzò ha chiesto a 90 tra attori, registi e celebs internazionali, di offrirsi all’obiettivo tenendoli chiusi. E una selezione di questi scatti, raccolti in quasi 40 anni di lavoro sono diventati una mostra, accolta per tutto il mese d’aprile nella sale della Casa del Cinema di Roma. Tra loro i volti di Susan Sarandon, Robert De Niro, Willem Dafoe, John Turturro, Leonardo Di Caprio, Nanni Moretti, Monica Bellucci, Nicole Kidman, Julianne Moore, Matthew McConaughey, Pierfrancesco Favino. A corredare l’esposizione il volume/catalogo “SHUT | Close Your Eyes” (Edizioni Marlù), in cui Adolfo Franzò, con il sostegno delle tre sorelle Fabbri, ha raccolto tutte le fotografie realizzate per raccontare ciò sentiamo, proviamo o immaginiamo quando, per un attimo, chiudiamo i nostri occhi. BACKGROUND, STORIA, STRUTTURA “Le cose migliori della vita sono invisibili, e per questo noi chiudiamo gli occhi quando ci baciamo, piangiamo, ricordiamo sogniamo. Essere svegli a occhi chiusi; è così che liberiamo la nostra immaginazione mentale. Per la stessa ragione queste nostre espressioni sono meglio evidenziate quando sono spontanee, poiché le e mozioni umane ed i cambi di stati d’animo sono più veri e naturali. Durante gli shooting con celebrities internazionali ed italiane per le più prestigiose riviste nel mondo, con le mie fotografie ho spesso cercato di catturare e fissare questi magici momenti “da occhi chiusi” davanti all’obiettivo. Chiudere gli occhi è di partenza un improvviso ed istantaneo percorso individuale verso piccoli sogni incapsulati nella nostra mente. Questa emozionante sensazione mi si è quindi sviluppata lungo quasi 40 anni di fotografie e ritratti, finché è scattato un irrefrenabile impulso che mi ha portato a raccogliere in un progetto fotografico unico e personale, queste immagini originali, talvolta mozzafiato o soffusamente oniriche, ma di grande impatto suggestivo. Tutto è iniziato come una casualità, ma adesso è diventato un progetto: “SHUT | Close Your Eyes”. Colori vividi o intensi bianconeri, tramite i quali ognuno die ritratti intensifica in chi li osserva un’alchimia di profonde sensazioni. SHUT attraversa l’osservatore come il fotografo attraversa SHUT, esaltando una staticità non statica della macchina fotografica con la quale ho desiderato fissare questi istanti”. Adolfo Franzò “GLI OCCHI SONO SPECCHIO DELL’ANIMA” “Sappiamo tutti cosa vogliamo dire con questo, eppure non so perché quando sento questo adagio c’è qualcosa che non capisco fino in fondo. Voglio dire: se gli occhi sono lo specchio, l’anima dov’è? Fuori dagli occhi o dentro di loro? Gli occhi sono lo specchio dell’anima di chi si ha davanti o l’anima è chiusa dietro agli occhi di chi è guardato e come in uno specchio di un dipinto fiammingo se ne possono cogliere i dettagli nascosti se si osserva bene? E se invece fosse un’altra cosa ancora? Se l’anima, invisibile a noi stessi, traspare nel nostro guardare il mondo e nel nostro esser guardati, cosa accade nel momento in cui chiudiamo gli occhi? In cui la luce non è quella che proviene da fuori ma quella che ci illumina da dentro. Adolfo Franzò ha sorpreso, chiesto, suggerito a una serie di volti più o meno conosciuti di scoprire per un attimo se quella loro luce fosse accesa. Questo è il racconto fotografico di quanto è loro accaduto. Buon viaggio” Pierfrancesco Favino   “COSA NASCONDONO GLI OCCHI CHIUSI” “Cosa nascondono gli occhi chiusi? Sogni, riposo, fantasie, gioia? Adolfo Franzò invita a questa riflessione con la sua mostra “SHUT - Close Your Eyes” estratta dall’omonimo libro (ed. Marlù), con 90 eccezionali ritratti di celebs nazionali e internazionali in mostra a Roma nelle sale della Casa del Cinema. Ma - e qui sta la particolarità - a occhi chiusi. Un aspetto mai visto di tanti volti noti (anche se ogni 5 secondi sbattiamo le palpebre). Così, i soggetti immortalati svelano aspetti sorprendenti della loro personalità: con un linguaggio dei gesti diverso dalle consuete pose/posate. Per questo Marlù che da sempre crea gioielli che parlino al cuore col linguaggio delle sensibilità e dei sentimenti spontanei, ha sostenuto e prodotto con entusiasmo il progetto di Franzò. Chiudete anche voi gli occhi: nell’era del tempo reale fermatevi, un’istante a riflettere su quello che c’è dietro le vostre palpebre. E poi riapritele per vedere la mostra”. Marta, Morena, Monica Fabbri  “SHUT | Close Your Eyes”, la scheda - Foto in Mostra 80: pannelli in cornice legno bianco - Formato 70x70 cm. stampa su carta fotografica fine-art - Foto nel libro/ catalogo: 90 Celebrities: Susan Sarandon, Robert De Niro, Willem Dafoe, John Turturro, Jovanotti, Alba Rohrwacher, Julianne Moore, Matthew McConaughey, Leonardo Di Caprio, Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino, Nicole Kidman, Colin Firth, Elle Fanning, Francis Ford Coppola, Sergio Castellitto, George Clooney, Seal, Chris Isaak, Sabrina Ferilli, Jack Black, Hugh Grant, Luciano Pavarotti, Forest Whitaker, Lea Seydoux, Rowan Atkinson, Louis Garrel, Gianmarco Tognazzi, Nanni Moretti, Colin Farrell, Eddie Redmayne, Luca Zingaretti, Matthew Modine, Oliver Stone, Ayelet Zurer, Eva Green, Carol Alt, James Franco, Valeria Golino, Daniele Pecci, Bernardo Bertolucci, Alessandro Gassmann, Paola Cortellesi, Gabriele Muccino, Fiorello, Luca Argentero, Richard Gere, Valentina Lodovini, Marco Missiroli, Marco Pannella, Enrico Rava, Ennio Fantastichini, Roberta Torre, Anna Safroncik, Afef, Francesca Inaudi, Charlotte Rampling, Martina Stella, Nada, Fua’d Ait Aattou, Massimo Ranieri, Irene Papas, Ilaria Spada, Rita Rusic, Chiara Caselli, Federica Pellegrini, Paolo&Vittorio Taviani, LoCascio/Crescentini/Natoli, Dolph Lundgren, Marco Bellocchio, Jeanene Fox, Michela Andreozzi, Ilona Staller, Rita Cecilia Racz, Roberto D’Agostino, Umberto Orsini, Rudolph Giuliani, Daniele Bazzani, Patrice Leconte, Margareth Von Trotta, Rodrigo Santoro, Kevin Smith, Alexander Payne, Jeanene Fox,  Margherita Granbassi, Alessio Boni, Helen Mirren. Marlù, le tre Sorelle-Gioiello Tre sorelle, tre madri, tre imprenditrici per un’impresa rosa di successo: Marlù. Nel 2001 mentre l’imprenditoria mondiale tremava per il crollo delle Torri Gemelle, Marta, Monica e Morena Fabbri, coraggiose e intraprendenti, hanno fondato a San Marino e portato in Italia e in Europa, il loro marchio di gioielli femminili e maschili. Oggi dopo aver firmato oltre 3000 mila monili vantano 25 store monomarca e 1200 punti vendita in tutta Italia Se Morena silenziosa e riflessiva è la creativa sempre in giro per il mondo a caccia di avanguardie, Marta è la vulcanica mente della comunicazione e delle iniziative speciali che si susseguono a un ritmo incalzante. Monica, invece, è l’instancabile addetta allo sviluppo della rete commerciale e di franchising. Oltre all’intesa professionale/familiare, tutta femminile, il segreto di Marlù è aver colto e interpretato il cambiamento epocale dei gioielli: non più preziosi per il loro costo materiale ma per la simbologia affettiva e sacrale. Valori dello spirito insomma: status dell’animo. Non è tutto. Grazie alla declinazione dei ciondoli charms (più di 300), ogni singolo pezzo è componibile a proprio piacimento nel segno della personalizzazione. Ultima frontiera: il negozio virtuale, con annesso shop on line, con una App che consente un viaggio 3d nel mondo Marlù. Nel 2017, il sito Marlù ha ottenuto più di 3 milioni e 500mila visualizzazioni (+20%). Le campagne social hanno raggiunto picchi d oltre 1 milione di visualizzazioni. Solo con la partnership Marlù e XFactor la copertura dei post creati dai 65mila follower Facebook e dai 60mila Instagram, on line anche grazie all’App “Marlù Friends” ha raggiunto 1 milione di visualizzazioni. Relazione e interazione con il pubblico sono infatti il segreto del brand delle sorelle Fabbri.  

Keywords